Colpi di Goku che puoi fare anche te!

Imitare Goku è un sogno che molti vorrebbero realizzare. Ebbene, oggi con questo articolo vediamo ben 5 mosse che puoi copiare a Goku per farle anche tu, ma mi raccomando, non suoi amici!

 

Calcio Circolare

Goku ha tirato migliaia di calci circolari durante le sue innumerevoli battaglie.

Ha usato questo colpo contro Freezer, cell, majin bu, addirittura contro Vegeta, che da suo acerrimo nemico è diventato uno degli alleati più fedeli.

Il calcio circolare chiaramente non è una tecnica dell’altro mondo creata appositamente dal creatore della serie di Dragon Ball, akira toriyama. Anzi, è un colpo abbastanza rudimentale che ritroviamo in moltissime arti marziali e stili di combattimento come il taekwondo, il muay thai e il karate.

Questo colpo ha delle meccaniche di base semplici, nonostante sia difficile da apprendere perfettamente.
L’attaccante ruota i fianchi e il piede di appoggio, lanciando la gamba in un movimento semicircolare e schianta il piede o tibia sul corpo o testa dell’attaccante. Si può lanciare anche alle gambe, per destabilizzare l’avversario, o addirittura farlo cadere se si colpisce la gamba incrociata.
Goku l’ha usato per salvare pianeti e combattere invasioni aliene e demoniache, tu potrai usarlo nel prossimo torneo o allenamento!

 

Ginocchiata

Colpo semplice ed efficace, il nostro eroe Goku ha tirato dozzine di ginocchiate nei molteplici combattimenti che si è dovuto trovare ad affrontare, e come il calcio circolare la ginocchiata è un colpo molto popolare negli sport di lotta, ad esempio il muay thai.

Anche questo colpo è molto semplice all’apparenza, ma come nella maggior parte delle tecniche marziali, diventarne maestro richiede molta pratica e attenzione ai dettagli. Nella sua versione più basilare comunque questa tecnica vede colpire con forza il ginocchio sulla testa, costole plesso solare o stomaco dell’avversario (anche la coscia!), generando potenza tirando indietro la gamba e mettendo il piede a punta, per creare un pericoloso e dolorossisimo impatto.

 

Pugno a un pollice, o 1 inch punch

Il pugno a un pollice è stato reso popolare dal grande maestro di arti marziali Bruce Lee, ma è stato anche usato da goku.
Il protagonista di Dragonball usa questa tecnica contro Freezer durante il film La resurrezione di F, e poi nella serie Super.
L’idea è quella di generare un incredibile ammontare di forza alla piccolissima distanza di un pollice (2.54cm). E nonostante la validità della tecnica sia stata messa alla prova persino in un mitico episodio di Myth Busters, (e se non li avete mai visti andate! Sono fantastici!), puoi sicuramente metterti alla prova, anche perchè basta semplicemente un sacco o uno sparring partner con i colpitori.

Ha funzionato per Goku, potrebbe funzionare anche per te!

 

Lancio del drago

Ok, ammetto che la tecnica dietro il lancio del drago è poco convenzionale.
Non troverai mai nessuna arte marziale legittima (neanche in quelle che si specializzanto il proiezioni e lanci come il judo o lo shuai jiao).
Ma nonostante tutto, è una tecnica che si può applicare alla vita reale!
Il Lancio del Drago è usato da goku durante la sfiancante battaglia contro freezer sul pianeta morente di namecc.

E praticamente si risolve nella presa di un arto del tuo avversario, far perdere l’quilibrio e poi gettarlo a terra.
Per quanto inusuale, è stata messa in pratica in una competizione di combattimento!
Nel 2000 la leggenda giapponese Genki Sudo utilizzò questa sorta di presa e lancio, imitando Goku quasi certamente senza volerlo, permettendogli di posizionarsi in un achilles lock (sottomissione) che lo fece vincere contro Craig Oxley!

 

Sasso Carta Forbici

Sai benissimo che la kamehameha è l’attacco più famoso e iconico di Goku, ma forse il primo e più riproducibile colpo della sua storia è… SASSO CARTA FORBICI!

Te lo ricordi? Goku lo imparò dal nonno adottivo, son gohan, nei primi episodi della serie, e usato con successo contro yamcha e jackie chun.

Questo attacco è riproducibile nelle situazioni reali, ma ti prego! Fallo a tuo rischio e pericolo. Se lo usi in un torneo di arti marziali è quasi certo che ti squalifichino con disonore!

Ma parliamo proprio del colpo: è molto semplice. Come il gioco sasso carta e forbice, l’utilizzatore sorprende l’avversario con una delle tre opzioni.
In questo caso il sasso è rappresentato da un pugno sul naso, carta è un attacco a palmo aperto (ottimo per stordire, se tirato sulla orecchie) e le forbici sono una ditata negli occhi.

Come già detto…usalo a tuo rischio e pericolo, anzi meglio ancora, non usarlo affatto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.